LA NOSTRA
GUIDA

Dal piano cottura ai fuochi, passando per tutti i piccoli elettrodomestici, scegliere non è mai facile, affidati a noi di Closter per avere il meglio per quanto riguarda gli elettrodomestici per la tua cucina a Torino!

elettrodomestici cucina Torino 1È opportuno scegliere apparecchiature dotate di sistemi di sicurezza ed a basso consumo energetico (classe A). È importante dimensionare gli elettrodomestici a seconda delle esigenze e del numero dei componenti del nucleo famigliare così come è altrettanto importante che gli elettrodomestici vengano installati dall’azienda che costruisce la cucina, perché un montaggio scorretto compromette il loro buon funzionamento e a volte li priva della garanzia delle case costruttrici.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

elettrodomestici cucina Torino 2Il forno. I forni possono essere elettrici, a microonde ed a gas; i forni elettrici per la loro molteplicità di funzioni, per la loro resistenza, per la loro sicurezza e per l’elevato grado di tecnologia raggiunta sono tra i più diffusi, ma nel momento dell’acquisto occorre valutare attentamente come sarà utilizzato: è inutile ed assolutamente antieconomico acquistarne uno con tante funzioni se poi non sarà sfruttato completamente; l’unico risultato sarà quello di avere speso molto di più nell’acquisto e di aver aumentato notevolmente il rischio di rotture indesiderate, quindi… meglio acquistarne uno su misura per se stessi. I forni a microonde, invece, sono consigliati per coloro che non hanno tempo a disposizione per cucinare ed inoltre sono particolarmente utili per scongelare rapidamente i cibi congelati. I forni a gas sono oramai in disuso sia per la loro pericolosità, sia per la difficoltà di installazione; a causa dei gas combusti essi si surriscaldano coinvolgendo anche i mobili adiacenti. Essendo privi di raffreddamento tangenziale, non possono assolutamente essere montati in colonna. Se in casa si hanno dei bambini, è consigliabile acquistare il forno con la cosiddetta “porta fredda”, infatti avendo un triplo vetro, essa rimane fredda anche durante il funzionamento, evitando cosi delle pericolose ustioni in caso di contatto.

 

 

 

 

elettrodomestici cucina Torino 3Il piano cottura. I piani di cottura possono essere alimentati a gas ed elettricamente. Assolutamente sconsigliabili quelli elettrici che a causa del loro elevato consumo e della scarsa disponibilità di potenza elettrica nelle case (generalmente 3 kw/h), se accesi, da soElettrodomestici cucinali la assorbirebbero completamente, generando così altri problemi (altri elettrodomestici da tenere spenti, differenziale che salta continuamente etc…), la scelta va orientata su quelli a gas, economici ed affidabili. Naturalmente, dopo aver scelto quello esteticamente gradevole e di dimensione adeguata alle proprie esigenze, bisogna tenere conto del grado di praticità e sicurezza ed in particolare essi devono rispondere ai seguenti requisiti; a) devono essere dotati di valvola di sicurezza, la quale impedisce la fuoriuscita del gas in caso di spegnimento di fiamma o di apertura accidentale di una manopola. b) devono avere griglie assolutamente stabili e lavabili in lavastoviglie. c) i bruciatori, nei quali avviene una vera e propria combustione (quindi con emissione di monossido di carbonio, gas estremamente tossico), devono essere a fiamma pura, studiati appositamente per migliorare il processo di combustione e ridurre gli sprechi. Il piano cottura curvo in acciaio, nella foto, a sinistra, è un brevetto delle cucine Pedini.

 

 

 

elettrodomestici cucina Torino 4La cappa aspirante. In cucina, a causa della attività che vi si svolge, si producono grassi, odori, vapori e gas di combustione vari, anche tossici, per cui occorre aspirarliElettrodomestici cucina e portarli all’esterno; questa operazione si ottiene utilizzando una cappa aspirante, che adeguatamente collegata all’esterno attraverso un condotto precedentemente previsto, assicura il giusto ricambio d’aria nel locale. La capacità di aspirazione di una cappa è data da un buon motore e da una corretta progettazione del condotto esterno, infatti non bisogna dimenticare che ad ogni curva di 90° si ha un abbattimento della capacità aspirante di circa il 15%, per cui tanto più l’evacuazione avviene per linea retta, tanto più l’impianto è efficiente. Il motore della cappa deve avere una capacità aspirante di almeno 450 mc/h ed é assolutamente inutile se non collegata all’esterno.

 

 

 

 

 

elettrodomestici cucina Torino 5La lavastoviglie. Questo elettrodomestico è ormai presente in quasi tutte le case, e grazie ai notevoli miglioramenti tecnologici ai quali è stata sottoposta, è diventata una macchina silenziosa, pratica, affidabile con bassi consumi, sia elettrici, sia d’acqua. Si consiglia di non badare troppo al costo, perché un buon acquisto oggi Vi ripagherà nel tempo; la Pedini consiglia di acquistare un elettrodomestico di classe energetica A e che abbia un livello di rumorosità il più basso possibile. Le performance dell’elettrodomestico si possono leggere nell’etichetta energetica che ogni buon rivenditore vi può mettere a disposizione. Acquistare inoltre la lavastoviglie munita di “Acquastop”; esso è un dispositivo che regola la quantità d’acqua immessa e ne blocca l’ingresso in caso di rottura del tubo di carico.     Elettrodomestici cucinaLa macchina espresso integrabile. Completamente in acciaio e ad incasso,visivamente si integra perfettamente con gli altri elettrodomestici della cucina. Offre prestazioni professionali e massima praticità garantite dalla doppia caldaia, dalla possibilità di macinare il caffè al momento, dalla regolazione automatica della temperatura, dal duplice funzionamento: con cialde o con caffè macinato, dalle tre impostazioni: caffè ristretto, normale o lungo e dalla pratica cassetta estraibile pratica ed igienica.

 

 

 

elettrodomestici cucina Torino 6 Il frigorifero. È l’elettrodomestico più importante in cucina, poiché è responsabile della conservazione del cibo. La scelta va fatta in base a criteri che tengono conto del numero di componenti del nucleo famigliare, del consumo energetico, delle abitudini alimentari, della frequenza della spesa, del giusto rapporto fra la capienza del frigo e quella del freezer, ed inoltre, ultimo della lista ma primo forse per importanza, del consumo energetico. È utile visionare l’Energy Label del frigorifero, che altro non è che il suo documento di identità con tutte le sue caratteristiche; su di esso vi sono indicati classe energetica (che va dalla A alla G, dove la A identifica bassi consumi e la G alti consumi), consumi annui, rumorosità, capacità di raffreddamento e conservazione, volume misurato in litri suddiviso per alimenti freschi e congelati. La capacità di congelamento è contraddistinta con delle stellette che vanno da 1 a 4; naturalmente più è alto il numero di stelle, più il congelatore è performante. Con una stella si raggiunge una temperatura massima di circa -6°C, ed i cibi surgelati vanno consumati velocemente (massimo entro 10 giorni), fino ad arrivare a 4 stelle, dove la temperatura arriva oltre -20° C, i cibi possono essere conservati fino ad 1 anno, e si ha la possibilità di congelare con il frigo stesso alimenti acquistati freschi.     Elettrodomestici cucinaLe cantinette integrabili. Il gusto sempre al giusto grado. Pedini propone la soluzione con anta vetro per permettere la visione totale del contenuto interno. Questi elettrodomestici sono l’espressione più avanzata della conservazione, ricreano le condizioni ottimali per il mantenimento dei vini di pregio permettendo loro il miglior invecchiamento. Sono dotate di ante con doppio isolamento e di regolatore per la temperatura.